avatar

Emergenza Coronavirus

Decreto "Cura Italia": le misure a sostegno delle imprese di trasporto

Il decreto "Cura Italia" introduce misure di sostegno per le imprese e i lavoratori del settore trasporti

Nel Decreto approvato dal Governo per far fronte alle conseguenze economiche dell’emergenza epidemiologica Covid19 sono state inserite fondamentali misure a sostegno dei lavoratori dell'intero settore dei trasporti (merci e passeggeri)  e più in generale per tutti i gestori di trasporto merci e trasporto passeggeri, terrestre, aereo e marittimo, dei taxi e delle imprese di noleggio con conducente. 
 
La principale misura è l'estensione della cassa integrazione per tutelare le aziende e i lavoratori. Inoltre, verranno sospesi fino al 30 aprile i versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali, insieme agli adempimenti tributari con scadenza compresa tra l’8 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020. 
 
Spicca, inoltre, la nazionalizzazione di Alitalia. Nel decreto si legge infatti che sono destinate risorse per le esigenze della nuova società interamente pubblica (controllata dal MEF) di cui è stata decisa la costituzione in considerazione della situazione di Alitalia società aerea italiana e di Alitalia Cityliner.
 
Per l'intero settore del volo il provvedimento approvato oltre a destinare i soldi necessari alla nazionalizzazione di Alitalia  destina risorse di compensazione per il settore dell’aviazione civile duramente colpito dalla drastica riduzione dei viaggiatori.
 
Anche per il settore della navigazione sono introdotte misure di sostegno. La prima riguarda l’esonero dalla tassa di ancoraggio – comunque rimborsata all’Autorità di sistema portuale mediante il trasferimento di risorse pubbliche - fino al 30 aprile prossimo, la sospensione dei canoni relativi alle operazioni e concessioni portuali fino al 31 luglio e il differimento del pagamento dei diritti doganali per alcune categorie di operatori professionali.
 
Misure di sostegno anche per i conducenti di Taxi e per le imprese di noleggio con conducente:  il Decreto prevede un contributo di 2 milioni di euro  perché si possano dotare di divisori da installare negli abitacoli tra l’autista e i passeggeri.
Nel provvedimento infine viene introdotta una proroga fino al 15 giugno della validità dei certificati, degli attestati e dei permessi autorizzativi concessi in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020. Proroga fino al 31 agosto anche della validità dei documenti di identità e di riconoscimento, comprese le patenti di guida e le patenti nautiche.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 19 marzo 2020 da massimiliano torre
Tags: primo_piano