avatar

Tpl Lombardia

Lombardia: disservizi Trenord, la lettera di scuse dell'ad Piuri

Con una lunga lettera pubblicata sul sito istituzionale l'ad di Trenord ha chiesto scusa ai pendolari per i disservizi che in questo periodo mettono alla dura prova la pazienza dei viaggiatori.

"Gentili viaggiatori, cari clienti, I giorni di caldo eccezionale hanno messo a dura prova la pazienza di chi utilizza il servizio ferroviario in Lombardia. Così inizia la missiva diretta agli utenti pubblicata inb queste ultime ore sul sito istituzionale di Trenord.
 
L'ondata di caldo eccezionale come causa dei disservizi
"Nella settimana dal 24 al 28 giugno - si legge nella lettera -  l'Italia e l'Europa sono state investite da un'ondata di caldo eccezionale...In Lombardia le temperature eccezionali hanno causato black out della rete elettrica e addirittura la chiusura di sale operatorie di importanti ospedali. 
E continua: "Anche noi, in Lombardia, abbiamo avuto difficoltà. Io vorrei rivolgermi alle centinaia di migliaia di passeggeri, innanzitutto per esprimere le nostre scuse e il nostro rammarico, ma anche per provare a offrire alcune spiegazioni.
 
Problemi sì ma non siamo quelli di prima
Qui facciamo i conti con limiti oggettivi dovuti all'elevata produzione ferroviaria, all'utilizzo intensivo di una flotta decisamente datata e a vincoli infrastrutturali.  Ma la Trenord di oggi non è quella del 2018: non possono bastare pochi giorni di caldo eccezionale per vanificare quanto fatto nei primi 5 mesi di quest'anno. Le soppressioni si sono ridotte del 70% e la puntualità è migliorata di 5 punti percentuali rispetto al 2018. Siamo impegnati a consolidare questi risultati, in vista dell'arrivo dei nuovi treni che sostituiranno progressivamente i vecchi. I primi, dei 176 acquistati da Regione Lombardia, arriveranno già entro quest'anno.
 
La promessa di un futuro migliore
Possiamo migliorare? Certo! Lo dobbiamo in primis ai nostri passeggeri e continueremo a farlo, in tutti i settori. Penso in particolare alla comunicazione ai clienti, quando si verificano emergenze di questa portata. Dobbiamo diventare più tempestivi e precisi nell'offrire informazioni aggiornate sui treni e nelle stazioni, compatibilmente con la complessità del sistema che ha tempi di reazione non sempre comprimibili.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 08 luglio 2019 da massimiliano torre
Tags: primo_piano