avatar

Elettrificazione linee ferroviarie

Mercato mondiale con volumi elevati nonostante il Covid-19

Il rapporto “Railway Electrification - Global Market Trends 2021" pubblicato in queste ore da SCI Verkehr GmbH indica volumi in crescita nonostante  l’impatto della pandemia

“L'attuale volume del mercato globale per l'elettrificazione ferroviaria è di ca. 9,6 miliardi di euro e si prevede che crescerà a un CAGR (Compound Annual Growth Rate) dello 0,7% all'anno fino al 2025. Pertanto, il mercato mantiene un volume elevato nonostante la pandemia COVID-19 e le sue conseguenze negative sui fondi pubblici per gli investimenti”.

Questa, in estrema sintesi, la conclusione dello lo studio MultiClient "Railway Electrification - Global Market Trends 2021" pubblicato in queste ore da SCI Verkehr GmbH, una società di consulenza internazionale specializzata in tecnologia e logistica ferroviaria.

Per gli analisti il budget ridotto per gli investimenti “avrà un impatto particolare sulla nuova costruzione di linee ferroviarie, ma molti stati stanno continuando le loro strategie di decarbonizzazione elettrificando le attuali linee ferroviarie diesel che porteranno a un volume di mercato elevato nei prossimi cinque anni”.

Si tratta, dunque, di una tendenza destinata a consolidarsi nel tempo visto il graduale allontanamento dalla propulsione diesel anche nel trasporto ferroviario e la progressiva elettrificazione delle linee diesel esistenti. Nello studio si sottolinea infatti che la crescita del mercato si inserisce nelle scelte politiche della UE che puntano, entro il 2050, a ridurre a zero le emissioni inquinanti nell’aria.
Un contributo certamente ridotto rispetto ad altri asset produttivi ma che evidenzia la capacità del mercato europeo ad allinearsi alle scelte ambientali dell’Unione.

L’analisi comparata dei mercati globali evidenzia inoltre il differente livello di crescita del mercato dell’elettrificazione: “su circa 1,3 milioni di km di binari nel mondo – si legge nel rapporto - circa 375.000 km sono elettrificati, portando il volume totale a poco meno del 30%. Nelle singole regioni di mercato, il grado di elettrificazione varia tra l'1% (Nord America) e il 57% (Europa occidentale). Il grado di elettrificazione in Asia è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Nel 2013 era del 34%, quattro anni dopo del 47% e nel 2020 già del 55%. Oltre agli elevati investimenti sia nella nuova costruzione di linee ferroviarie che nell'elettrificazione di linee diesel, anche l'India è stata un motore di crescita insieme alla Cina”.

Infine, il rapporto mostra che nelle aree in cui sono state elettrificate le linee ferroviarie si assiste alla formazione di mercati nazionali di medie dimensioni con molti fornitori regionali, ma che al momento l’egemonia è esercitata da Siemens e Alstom, in Europa, e dalle società statali cinesi CREC e CRRC che dominano attraverso quote elevate il grande mercato cinese ed esercitano un ruolo sempre più marcato sui mercati dell'Africa, del Sud America e in altri paesi asiatici.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 18 febbraio 2021 da massimiliano torre
Tags: primo_piano