avatar

Inchiesta della magistratura

Perugia: indagato il dg di Roma Tpl

Per il fallimernto del tpl umbro sono finiti sotto inchiesta l'attuale dg di Roma Tpl ed altri soci e amministratori.

Secondo quanto pubblicato dall'edizione odierna del quotidiano "Il Corriere della Sera" il dg di Roma TPL  è indagato, insieme ad altre sette persone, con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione.
 
L'indagine condotta dalla magistratura umbra riguarda il fallimento del trasporto pubblico della regione. Insiema a Marco Cialone, attualmente dg di Roma Tpl, sono finiti nell'indagine Paolo Paduano, già direttore generale di Apm spa e poi di Umbria Tpl e Mobilità, e Antonio Pompili, ex rappresentante legale del Cotri (Consorzio trasporti italiani, una delle tre società che compartecipano alla Roma Tpl).
 
Ad accusare il dg e le altre persone coinvolte nell'inchiesta - scrive il quotidiano - un imprenditore, già socio e amministratore della Autoservizi Tpl di Passignano sul Trasimeno (Perugia), che sull’orlo del fallimento ha denunciato alla guardia di Finanza il sistema di illegalità.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 07 gennaio 2020 da massimiliano torre
Tags: