avatar

Indagine Ipsos

Piemonte: il problema della mobilità al secondo posto fra le preoccupazioni dei cittadini.

Pubblicata sull'edizione locale del "Corriere della Sera" di domenica 3 marzo un'indagine dell'istituto Ipsos che evidenzia una maggiore preoccupazione dei piemontesi sul tema della mobilità rispetto alla media nazionale.

Nell'indagine condotta dall'istituto di ricerca Ipsos accanto ai temi tradizionali (lavoro, occupazione, welfare, ambiente, ecc) al centro delle preoccupazioni del campione rappresentativo della popolazione si affaccia quello della mobilità. E' quanto si apprende dalle pagine dell'edizione locale del quotidiano "Il Corriere della Sera" che ha pubblicato ieri i risultati di una indagine che evidenzia una maggiore preoccupazione dei piemontesi sul tema della mobilità.
 
 
 
Nelle 1516 interviste realizzate  dall'istituto nell’arco di sei mesi tra il luglio e il dicembre dello scorso anno le risposte raccontano che le preoccupazioni e le speranze sui temi "classici" di chi vive in Piemonte sono in linea con la media nazionale con una evidente eccezione:  la mobilità 
 
Per il 39% dei cittadini intervistati la mobilità rappresenta un problema superato da appena un punto dal tema dei temi: l'occupazione.
L'indagine rivela, tuttavia, che il tema della mobilità è avvertito come un problema anche nel resto del belpaese anche se, a differenza del Piemonte, con numeri più bassi.
Il clamore suscitato dalla vicenda Tav indubbiamente ha contribuito a sensibilizzare maggiormente gli abitanti della regione rispetto ad altri. Nella regione questioni come la Tav e la Ztl (a Torino) sono all’ordine del giorno, e finiscono per polarizzare l'attenzione determinando, inoltre, una spaccatura netta fra chi è favorevole e contrario all'alta velocità in Val di Susa e alla chiusura del centro storico al traffico privato.
Ma a tenere banco fra i piemontesi anche altre preoccupazioni legate alla mobilità come la crisi di GTT, l'azienda di trasporti pubblici di Torino e dell'aeroporto di Caselle.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 04 marzo 2019 da massimiliano torre
Tags: