avatar

Scooter sharing

Roma: parte il servizio Cityscoot

Da oggi il servizio di scooter shering è attivo nella Capitale. Si parte con 200 "motorini" elettrici. Obiettivo dell'azienda francese è di arrivare a 1000 nei prossimi mesi

Cityscoot, start-up francese di scooter sharing a flusso libero ed emissioni zero, in occasione della presentazione che si è tenuta ieri in Campidoglio, alla presenza della Sindaca Virginia Raggi e dell’Assessore alla Città in Movimento Linda Meleo, ha annunciato che il servizio di scooter sharing diventa effettivo con 200 scooter (che presto diventeranno 500 e, nei prossimi mesi, 1000). 
 
Dopo una fase iniziale di beta test, infatti, il servizio diventa a pagamento e viene esteso alle aree di Re di Roma, Circo Massimo e Ponte Milvio, oltre alla zona del centro. Nelle intenzioni dell'azienda transalpina - arrivata a Roma alla fine di maggio e che è già presente a Parigi, Nizza e Milano - c'è la volontà di collaborare con l’amministrazione comunale per dare un contributo fattivo nel sostegno alla mobilità della Capitale. 
 
A breve Cityscoot avvierà a Roma importanti iniziative per garantire una guida in totale sicurezza: come già sperimentato a Milano con grande successo, Cityscoot offrirà agli utenti meno esperti una lezione di guida gratuita con istruttori qualificati per fornire conoscenze tecniche e una maggiore padronanza del mezzo in tutte le circostanze di guida. Inoltre, Cityscoot offrirà ai propri utenti corsi gratuiti di primo soccorso in collaborazione con la Croce Rossa Italiana per fornire nozioni di base per gestire le emergenze stradali.  
 
Lo scooter Cityscoot sono dotati di un motore elettrico e viaggiano a una velocità di 45 km/h per un uso urbano sicuro. Il sistema di prenotazione è interamente connesso: non servono chiavi, carte di credito o terminali di ricarica. È sufficiente scaricare l’applicazione Cityscoot sul proprio smartphone, Android o iPhone, e usarla per localizzare lo scooter disponibile più vicino, verificare la situazione della batteria e prenotarlo gratuitamente per 10 minuti, così da avere il tempo di raggiungerlo. Per sbloccarlo l’utente può utilizzare la app o il display dello scooter inserendo il codice a 4 cifre ricevuto al momento della conferma di prenotazione, e avviare così il noleggio. 
 
Il costo del servizio è di 0,29€ al minuto; in alternativa è possibile acquistare il pacchetto CityRider che consente di viaggiare per 100 minuti a un costo complessivo di 22€. Per i clienti abituali, inoltre, Cityscoot prevede un programma fedeltà che consente di accumulare minuti gratuiti, che verranno accreditati all’utente tramite l’app a partire dal mese successivo. Il servizio è disponibile per i maggiorenni e non richiede alcun abbonamento, permettendo di pagare solo i minuti di utilizzo effettivo.
 
Gli scooter Govecs bianchi e azzurri di Cityscoot sono disponibili per il noleggio 7 giorni a settimana, 24 ore su 24, in tutta la “Zona Cityscoot”. I mezzi saranno utilizzabili anche al di fuori di quest’area, purché vengano riportati al suo interno al termine del noleggio e riposizionati nelle aree di parcheggio permesse ai veicoli a due ruote. Con Govecs, Cityscoot può contare sul leader di mercato europeo per gli e-scooter in ogni città in cui effettua il servizio.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 13 giugno 2019 da massimiliano torre
Tags: