avatar

Tpl Emilia Romagna

Start Romagna: via libera al piano industriale 2020-2023

Via libera dei soci di Start Romagna al piano industriale per il quadriennio 2020-2023. Previsti investimenti per 44,3 milioni di euro

L’Assemblea dei Soci di Start Romagna ha approvato ieri il Piano Industriale 2020-2023, redatto dall’organo di governo della società, rinnovato a metà 2019 unitamente all’assunzione del nuovo Direttore Generale. E’ quindi il primo atto strategico di indirizzo del nuovo vertice di Start Romagna. 
 
L’azienda che ha un fatturato annuo di circa 83 milioni, con l’approvazione del Piano Industriale apre la strada, fra il 2020 e il 2023, ad investimenti previsti per 44,3 milioni di euro (oltre il 50% in autofinanziamento). 15 milioni saranno investiti nel 2020.
 
Sul fronte dei bus, il Piano prevede l’acquisto complessivo di 160 mezzi (63 nel 2020) con un investimento di 38,8 milioni, di cui 20,2 in autofinanziamento, sostituendo così i mezzi più vecchi.
 
Il Piano prevede inoltre l’acquisto di 90 bus a metano, portando a 230 il totale dei mezzi così alimentati, circa il 40% del totale. Ciò comporterà anche la costruzione di due distributori di gas metano liquido compresso, a Forlì nel 2020 e a Cesena nel 2021. E’ prevista inoltre la graduale introduzione di mezzi elettrici.
 
Previsti investimenti per 3,2 milioni nell’Information Technology, in larga parte nel 2020, con priorità a progetti relativi a nuovi sistemi di vendita, infomobilità, e videosorveglianza. L'azienda intende sviluppare azioni che supportino il completamento del processo di introduzione di sistemi di Business Intelligence all’interno del contesto aziendale ed azioni che supportino la prosecuzione del processo di digitalizzazione.
 
Sul fronte dei ricavi, particolare attenzione sarà posta ad un apposito piano di contrasto dell’evasione che sarà avviato con vigore quest’anno. 
 
Start inoltre intende puntare su un maggiore coinvolgimento del personale nella vita aziendale, così da generare condivisione e spirito di appartenenza. Un percorso di formazione del personale finalizzato a generare maggiori opportunità di crescita professionale misurata per obiettivi rappresenta una parte importante del Piano Industriale per affrontare le nuove sfide competitive. 
 
Investimenti significativi riguarderanno tecnologie e progetti per l’ascolto della clientela e conseguente formulazione di proposte commerciali customizzate. L’attenzione del cliente riguarderà non solo gli abituali fruitori del servizio, ma anche i turisti, con una particolare sensibilità verso quelli che giungono in Romagna via treno o aereo con comunicazioni più chiare e maggiore facilità nel reperimento dei titoli di viaggio.  

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 13 febbraio 2020 da massimiliano torre
Tags: primo_piano