avatar

Atac, coup de théâtre alla stazione Repubblica

Parte la domination a tema realizzata in collaborazione col Teatro dell'Opera per la stagione estiva a Caracalla

Dopo il successo dell'esperimento Vodafone - Termini e della street art a piazza di Spagna, un'altra stazione della metro A cambia look e diventa un piccolo gioiello culturale nel cuore della capitale, realizzato sul modello delle stazioni a tema parigine.
 
Atac ti porta all’Opera: sipario a Repubblica. Grazie alla collaborazione con il Teatro dell'Opera, la stazione Repubblica diverrà una "succursale" del celebre teatro romano e quindi una protagonista degli eventi previsti anche nella nuova stagione estiva di Caracalla. All'interno, infatti, sono stati realizzati allestimenti a tema che si ispirano ai personaggi più conosciuti e agli eventi più prestigiosi dell'opera e del balletto, che decoreranno tutte le colonne dell'androne principale della stazione. Mentre su tutti gli ingressi del metrò verrà installata la nuova denominazione Repubblica-Opera, con il claim "Atac ti porta all'Opera".
 
La cultura arricchisce le stazioni. La partnership fra Atac e Teatro dell'Opera migliorerà notevolmente il decoro della stazione, oltre ad offrire un'immagine moderna e accattivante ai romani e ai tanti turisti che vi gravitano intorno. Il tutto grazie all’accordo commerciale in regime di co-marketing che non prevede costi diretti per Atac. L'iniziativa, infatti, si inserisce nel solco del processo di valorizzazione degli asset di Atac, che si propone di lavorare sul decoro delle infrastrutture, senza gravare sui bilanci aziendali, e quindi, contribuire al miglioramento della qualità dei servizi offerti ai viaggiatori.
Di recente Atac, grazie alla collaborazione con l'associazione 999Contemporary, ha realizzato un progetto di street art anche alla fermata Spagna, che ha consentito di abbellire la centralissima stazione del metrò con opere originali di sei noti artisti francesi.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 28 maggio 2014 da Pietro Barabino
Tags:
  • avatar Antonio Privitera

    4 anni fa
  • avatar Antonio Privitera

    4 anni fa