avatar

Crisi Coronavirus

Campania: dalla regione misure a sostegno del settore trasporti

Approvate dalla Regione Campania misure a sostegno dei lavoratori e delle imprese del settore dei trasporti

Con la Deliberazione n. 254 del 19 maggio 2020, la Giunta regionale ha programmato misure straordinarie di sostegno economico finalizzate a contrastare gli effetti negativi innescati dalla emergenza epidemiologica da COVID-19, a favore di:
  - lavoratori con contratto a tempo determinato con carattere di stagionalità del settore del trasporto;
  - operatori del servizio taxi, noleggio con conducente (NCC) e noleggio con conducente per il trasporto scolastico (NCC TS);
  - imprese di trasporto pubblico locale marittimo di linea titolari di autorizzazione all’espletamento di servizi annuali di collegamento marittimo con le isole del golfo di Napoli.
 
Così la nota pubblicata in queste ore sul sito istituzionale della Regione Campania.
 
Per lavoratori con contratto a tempo determinato con carattere di stagionalità del settore del trasporto passeggeri aereo, marittimo e terrestre la misura consiste in un’indennità straordinaria una tantum pari a 1.000 euro per un importo complessivo di fondi disponibili pari a 5.000.000 di euro. (Art. 3 e 5 del Decreto dirigenziale n. 133 - 2020).

 
Per gli operatori del servizio taxi, noleggio con conducente (NCC) e noleggio con conducente per il trasporto scolastico (NCC TS) è previsto un contributo una tantum a fondo perduto pari a 2.000 euro. La dotazione finanziaria complessiva disponibile per questa misura è pari a 14.100.000 euro (Art 3,4 e 5 del Decreto dirigenziale n. 28 – 2020).
 
 
Per le imprese di trasporto pubblico locale marittimo di linea titolari di autorizzazione all’espletamento di servizi annuali di collegamento marittimo con le isole del golfo di Napoli è prevista una dotazione finanziaria complessiva pari a 900.000 euro (Art 1.3). 
Il Decreto n. 29 del 2020 stabilisce che l’importo del contributo concedibile è determinato nella misura di 40 euro per ogni miglio percorso nei mesi di massima allerta sanitaria, ossia a partire dal 12 marzo fino al 17 maggio 2020, ed è comunque riconoscibile fino a un massimo di 150.000 euro (Art 3.1).
 
 
La regione avvisa che le  domande di partecipazione ad una delle suddette misure dovrà essere presentata esclusivamente con modalità on-line.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 18 giugno 2020 da massimiliano torre
Tags: