avatar

Citytech

Maran, Milano esempio sulla mobilità nuova

Milano - “È un momento fondamentale per discutere di mobilità. Siamo a metà strada tra l’Expo di Shangai (‘Better city – Better life’) e l’Esposizione di Milano del 2015 (‘Nutrire il pianeta – Energia per la vita’): due eventi che si concentrano sulla necessità di non sprecare più risorse e di investire sulle città.

Anche nel settore dei trasporti è così: non possiamo più permetterci di sprecare risorse, è finita l’epoca dei progetti sperimentali, ma diventa più che mai necessario concentrarsi su misure strutturali che siano davvero utili per i cittadini.

E non c’è bisogno di inventare nuovi sistemi, basta guardare ai buoni esempi che già ci sono: come il protocollo sulla logistica merci di Torino, l’esperienza delle ciclabili in Emilia Romagna, i sistemi di sharing a Milano”, ha dichiarato l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran, intervenendo oggi durante la prima giornata di Citytech presso la Fabbrica del Vapore.

 

“Ha detto bene il Ministro Maurizio Lupi, il problema non è solamente la cifra finale che viene destinata al trasporto pubblico, ma il modo in cui le risorse vengono distribuite, tenendo conto dei sistemi più innovativi e che producono valore; le risorse devono essere spostate dalle reti ai nodi, alle città metropolitane. Il cambiamento può avvenire solo se viene vissuto come sfida nazionale.

 

In quest’ottica, anche come Anci, chiediamo al Governo di fissare un livello di performance da raggiungere per i sistemi di Tpl, cui tutti devono adeguarsi, per migliorare ed efficientare il servizio e accompagnare così tutti i cittadini verso il cambiamento. In questo momento Milano è un laboratorio nazionale per la mobilità e può essere un esempio per tutti i Comuni che vogliono aprire il mercato e far crescere così il proprio sistema”, ha concluso l’assessore Maran.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 30 ottobre 2013 da Pietro Barabino
Tags: