avatar

Tpl Padova

Padova: bando Tpl, Busitalia prima in graduatoria

La commissione ha reso note le graduatorie del bando per la gestione del servizio nel bacino di Padova. Busitalia si piazza davanti a Tper

La provincia di Padova in queste ore ha pubblicato il verbale delle operazioni di gara inerenti la gara europea a procedura aperta per l'affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale automobilistico e tramviario urbano ed extraurbano del bacino territoriale  della provincia di Padova.
 
La Commissione,  che ha esaminato le offerte delle due cordate rimaste, Busitalia e l'emiliana Tper  ha reso pubblica la graduatoria con i rispettivi punteggi riportati dalle aziende in lizza: 


CRITERI DI VALUTAZIONE

BIV

TPER

Progetto di validatore

12

9,708

Parco veicoli

20

14,040

Progetto di potenziamenti delle linee delle due reti urbane

17

7,361

Progetto di riorganizzazione della linea 7

4

2,560

Progetto di riorganizzazione della linea Este –Polo Osp. Schiavonia-Monselice

6

4,008

Progetto di accorpamento delle fermate nel territorio della conurbazione

3

2,556

Progetto di adeguamento e attrezzaggio delle fermate

5

3,830

Progetto SIMEI

3

2,751

Totale

70

46,814

 
 
 
La società partecipata dal gruppo FS Ferrovie sommando i canoni dell'offerta tecnica e quelli dell'offerta economica ha avuto un punteggio di 100 su 100, mentre la concorrente si è fermata a 56. 
 
Prima in graduatoria ma per l'aggiudicazione occorrerà ancora attendere. Nelle prossime settimane partiranno le verifiche sulla congruità dell'offerta rispetto al piano economico finanziario presentato.
 
Numerosi gli impegni che il nuovo gestore dovrà rispettare: a cominciare dal rinnovo del parco mezzi.  Fra le condizioni poste dal bando l'anzianità media della flotta è di 9 anni. Previsto inoltre un parco di 501 autobus, di cui 234 urbani e 267 extraurbani. 
 
Altra novità è la cancellazione dei contributi dei comuni. Il nuovo concessionario dovrà garantire i collegamenti con le scuole, con l'aeroporto di Venezia, riorganizzare la linea 7 ed elaborare un progetto per riorganizzare la Este-Schiavonia (per l'ospedale). La concessione avrà la durata di 9 anni e un importo totale di 353 milioni e 583mila euro (39.287.000 euro/anno), più un'opzione per altri due, che portano il totale a 432milioni 157mila euro. 

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 04 luglio 2019 da massimiliano torre
Tags: