avatar

Emergenza Coronavirus

Roma: controlli anche sui bus

I vigili urbani di Roma Capitale effettueranno controlli anche sui passeggeri dei bus

«Per ogni turno abbiamo su strada almeno 800 vigili urbani, anche mille, solo per il controllo del territorio e per i posti di blocco per la verifica delle autocertificazioni. Sono circa 2.700 uomini e donne al giorno. Adesso, dopo auto e pedoni, cominciamo con i passeggeri sugli autobus. In periferia, soprattutto, ci sono gruppi di ragazzi che si spostano sui mezzi pubblici senza alcun giustificato motivo per farlo».
 
Così il Il comandante dei vigili urbani della capitale Antonio Di Maggio in un'intervista concessa al quotidiano "Il Messaggero" oggi in edicola.
 
La lotta alla diffusione del virus fa un ulteriore passo. Dopo i posti di blocco sulle strade e il controllo di parchi e ville con l'ausilio di droni i vigili della capitale controlleranno gli utenti dei mezzi pubblici.
 
Gli utenti del tpl sono avvisati. In assenza di giustificati motivi (quelli previsti dal decreto del Presidente del Consiglio: comprovate esigenze lavorative; assoluta urgenza; situazione di necessità; motivi di salute) si rischiano  pesanti sanzioni: multe da 400 a tremila euro per chi aggira le misure per arginare la diffusione del Covid-19 e una pena massima di 5 anni per chi da positivo al virus viola la quarantena. 

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 25 marzo 2020 da massimiliano torre
Tags: primo_piano