avatar

Fase 2

Roma: un piano per i trasporti per la Fase 2

L’Assessore capitolino alla Città in Movimento in una nota ha illustrato il piano approntato per la Fase 2

In una nota pubblicata in queste ore sul sito istituzionale del Comune di Roma l’assessore alla Città in Movimento Pietro Calabrese parla del trasporto pubblico capitolino con l’inizio della Fase 2.
 

L’Assessore introduce le principali direttrici di intervento in previsione di un costante aumento della domanda di mobilità da parte dei cittadini a cui il servizio di trasporto pubblico deve dare immediate risposte: "Abbiamo definito – dichiara l’assessore - un piano integrato sui trasporti al tavolo di lavoro con la Regione Lazio. Ringrazio l'Assessore Mauro Alessandri per la piena collaborazione, un dialogo avviato sin dall’inizio dell’emergenza CoViD-19, che ha portato all'integrazione fra i rispettivi programmi di servizio delle principali aziende TPL che operano nella Capitale"

 

"Rispetto al 4 maggio - scrive Calabrese-l'aumento delle frequenze delle linee regionali sarà integrato all'incremento di bus da parte di Atac, grazie all'esercizio delle vetture normalmente in servizio nel periodo scolasticopiù il potenziamento tramite 70 bus su 4 linee specifiche a sussidio fra le principali stazioni metrograzie al contratto attualmente in essere".

 

Calabrese sottolinea inoltre che l’amministrazione è impegnata per mettere in strada, fin da domani i 70 bus a cui si aggiungeranno ulteriori 60 nella giornata di venerdì: "L’aumento complessivo del servizio dal 18 maggio- aggiunge Calabrese - consentirà di rispondere con efficacia all’aumento dei viaggiatori previsto in base alla riapertura del commercio, che si riverserà sulla rete del TPL, misurato sia rispetto alla differenziazione degli orari di apertura delle attività, suddivisi nelle tre fasce già delineate nell'Ordinanza capitolina, sia nell'eventuale variabile in funzione del numero di cittadini che torneranno a fare acquisti in città.

 

Infine l’assessore assicura che l’amministrazione continuerà a monitorare “la curva di crescita dell’utenza”, nell’intento condiviso di ottimizzare al meglio le risorse disponibili e di calibrare il servizio nell’interesse delle necessità dei cittadini, sulla base delle indicazioni che provengono dal Governo e della curva dei contagi"., 

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 19 maggio 2020 da massimiliano torre
Tags: