avatar

Tpl Torino

Torino: metrò2, privati sì privati no

Dopo l'apertura della sindaca Appendino all'ingresso dei privati nella realizzazione della linea 2 della metropolitano  arriva il semaforo rosso del gruppo consiliare dei 5Stelle

Secondo quanto riportato oggi da diversi organi di stampa l'apertura della Sindaca Appendino all'ingresso dei privati nella realizzazione dei lavori della linea 2 della metropolitana ha ricevuto un perentorio no dal capogruppo del Movimento 5 Stewlle in consiglio comunale.
 
Nelle dichiarazioni rese ieri alla stampa la Sindaca aveva aperto alla possibilità di favorire delle partnership con capitali privati. Posizione confermata oggi: "Stiamo studiando insieme al governo - ha dichiarato la sindaca del capoluogo piemontese all'edizione locale del quotidiano "La Repubblica", oggi in edicola - le modalità per accelerare l'opera e per immettere più risorse sul nostro territorio, valutando anche un eventuale partenariato pubblico-privato ma solo se economicamente sostenibile".
 
Una vera e propria inversione a U rispetto alla linea fino a ieri sostenuta sia dalla giunta che dal gruppo consiliare dei 5 Stelle.
 
Alla base del cambio di prospettiva - si ammette dal comune - dovuta all'analisi dei  tempi e alle risorse disponibili.
L'opzione "project financing ", inizialmente respinto, torna infatti  fra le possibili soluzioni se la priorità è quella di far partire il più presto possibile i lavori. Lavori, però, che in assenza di adeguate risorse pubbliche rimangono solo sulla carta.
 
L'apertura all'ingresso dei privati ha però innescato la reazione della capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio comunale che con una dichiarazione ripresa da diversi organi di stampa ha bocciato l'ipotesi: "La relazione tecnica diffusa dai giornali non rappresenta la linea politica del M5s, né l'indirizzo dato alla giunta -  ha sottolineato  Valentina Sganga -. La strada principale per noi è quella di un finanziamento statale di un'opera strategica, la strada del privato è fallimentare». 

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 25 marzo 2020 da massimiliano torre
Tags: