avatar

Tpl Toscana

Toscana: gara tpl, avviso di garanzia per il Presidente Rossi

Il Presidente della Regione ha ricevuto un avviso di garanzia dalla procura fiorentina. In un post pubblicato sul suo profilo Facebook respinge le accuse

“A volte, ricevere un avviso di garanzia è segno del fatto che si fanno cose importanti a favore dei cittadini e che si toccano interessi che non vogliono mettersi da parte e accettare gli esiti di gare regolari e trasparenti…Ora è capitato nuovamente a causa di un esposto fatto dalla cordata di imprese che ha perso la gara regionale per il trasporto pubblico locale su gomma. Questa associazione di imprese non solo ha strumentalmente usato la giustizia amministrativa perdendo regolarmente tutti i ricorsi, facendo così ritardare il contratto con l’impresa vincente e quindi la partenza del servizio ma, come ultimo colpo di coda per bloccare le regolari procedure, ha fatto anche un esposto alla procura mettendo sotto accusa oltre a me, l’intera commissione regionale e i dirigenti del settore mobilià. Le accuse sono infamanti e ridicole. Aspetto il momento giusto per procedere a querelare i calunniatori a cui consiglio di prepararsi a pagare per le loro diffamazioni”.
 

Così il Presidente della Regione Toscana ha commentato sul suo profilo Facebook la notifica di un avviso di garanzia che la procura di Firenze gli ha recapitato in queste ore.


Dunque, l’intricata vicenda sulla gara del trasporto regionale della Regione Toscana, che da oltre 4 anni si trascina nelle aule dei tribunali, fa un ulteriore salto. Nei giorni scorsi, infatti,  la procura del capoluogo toscano in seguito all’esposto presentato dal consorzio Mobit , aveva recapitato ai sei componenti della commissione di valutazione  un avviso di garanzia ipotizzando i reati di turbativa d’asta e falso ideologico. Con l’avviso di garanzia al Presidente della regione l’inchiesta abbandona le aule della giustizia amministrativa per approdare in quelle più perigliose della giustizia penale.

In attesa dei risvolti dell’azione penale non c’è dubbio che la complicata procedura del “passaggio di consegne” tra Autolinee Toscane ( che si è aggiudicata la gara) e le altre aziende si complica ancora di più nonostante le parole rassicuranti del Presidente Rossi che, in chiusura di comunicato, garantisce che i cittadini toscani “avranno il nuovo servizio di trasporto pubblico locale”.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 17 giugno 2020 da massimiliano torre
Tags: primo_piano