avatar

Tpl Toscana

Toscana: Mobit ricorre nuovamente al Tar

Mobit, il consorzio che riunisce gli gestori del servizio trasporto pubblico locale, ha presentato al TAR Toscana la richiesta di sospensiva dell’aggiudicazione ad Autolinee Toscane 

La guerra per il trasporto pubblico regionale in Toscana si riaccende. Con un comunicato diffuso In queste ultime ore il consorzio Mobit ha reso noto che presentato al Tar della Toscana la richiesta di sospensiva dell’aggiudicazione ad Autolinee Toscane del servizio di TPL nell’intero territorio regionale (urbani compresi) per 9 anni disposta dalla Regione.
 
La Regione infatti  ha già fissato il calendario per il trasferimento dei beni ad Autolinee Toscane già a partire dal mese di Novembre 2019 al fine di rendere operativo il servizio già a partire dal 1 gennaio 2020.
 
Il consorzio nella nota che spiega le ragioni dell'ulteriore ricorso afferma che l'aggiudicazione è avvenuta “senza attendere le sentenze del Consiglio di Stato nei ricorsi già discussi lo scorso 10 ottobre e l’esito del contenzioso pendente al TAR Toscana per il quale è fissata l’udienza di merito per il 26 febbraio 2020”.
 
Per i ricorrenti al Tar il trasferimento dei beni mobili, immobili e autobus e la conseguente estromissione dal servizio degli attuali gestori, prima della pronuncia del Consiglio di Stato, recherebbe un danno irreparabile alle aziende che attualmente erogano il servizio.

Scarica allegato

Open
Pubblicato il 23 ottobre 2019 da massimiliano torre
Tags: primo_piano